sentenza1

Sentenza Consiglio di Stato, Sez. V, n. 3382, del 7 luglio 2015 Rifiuti. Illegittimità ordinanza rimozione e smaltimento dei rifiuti giacenti sulla strada

13/10/2015
La mera qualifica di proprietario del suolo non impone alcun obbligo o responsabilità per il ritrovamento di rifiuti e il loro smaltimento, soprattutto in una fattispecie come quella in concreto determinatasi, in cui è avvenuto un deposito di rifiuti da parte di soggetti ignoti. Peraltro, l’Amministrazione Comunale non ha nemmeno valutato se sussistessero profili di dolo o colpa nella condotta dell’appellata ARSIAM (proprietaria della strada ) , cui ricollegare ed imputare almeno soggettivamente la responsabilità dello smaltimento, anche in considerazione del fatto che la strada in questione è una strada ad uso pubblico, sulla quale non sono prospettabili in astratto pregnanti poteri di sorveglianza da parte del proprietario della strada stessa, tali da poter elidere il rischio di depositi abusivi di rifiuti sul relativo sedime, come è avvenuto nella specie.

Fonte: lexambiente.com